Logo

Study Break in Deloitte: un'opportunità preziosa

di Federico Bollano   |   Mentee di Mentors4u   |   30/07/2020
È stato davvero un piacere poter partecipare allo Study Break in Deloitte  con i professionisti dell’area Anayitics & Cognitive. Ho deciso di raccontarvi questa esperienza perché credo che rappresenti particolarmente bene il valore del network di Mentors4u e le opportunità che può offrire ai suoi Mentee.
Partendo da un aspetto molto pratico, ognuno degli eventi organizzati da Mentors4u porta con sé benefici tangibili sia nel breve che nel lungo periodo. La differenza principale tra le solite presentazioni alle job fair e gli eventi organizzati da Mentors4u risiede nel fatto che durante questi ultimi è seriamente possibile sedersi al tavolo con veri professionisti e ottenere preziosi insights. L’ambiente che si viene a creare permette di avere un feedback diretto dai Manager ed entrare nel mindset dell’azienda molto più rapidamente.
Oltre al valore aggiunto di conoscere e comprendere meglio una specifica realtà aziendale vi è poi la dimensione della rete interpersonale che si può sviluppare: ogni evento è l’occasione giusta per aumentare il proprio network di conoscenze e allargare i propri orizzonti professionali. 
 
Durante l’evento in questione abbiamo chiacchierato con diversi Manager dell’area Anayitics & Cognitive che ci hanno raccontato di come sia cambiato il modo di fare strategia e di come l’analisi dei Big Data sia sempre di più un fattore chiave nelle scelte aziendali. In particolare si è parlato di come cambierà il mondo della consulenza finanziaria a seguito dell’introduzione della direttiva europea PSD2 sui pagamenti digitali e quali opportunità di consulenza porteranno con sé i nuovi modelli di business Open Banking. Ma come spesso succede durante questi eventi, il fine ultimo è quello di riuscire ad estrapolare preziosi consigli su come costruire il proprio percorso professionale e come approcciarsi a determinate realtà e settori. Paolo Cavagnoli, Senior Manager Deloitte, dice: “Le skills più ricercate oggi non sono tanto quelle tecniche, che sono comunque importanti, ma la propensione e curiosità ad entrare nei problemi in un fast-paced environment”.
 
In questi mesi ho avuto la possibilità di vedere molte altre realtà lavorative e mi sono reso conto di come Mentors4u mi abbia permesso di avvicinarmi in maniera concreta ad una dimensione lavorativa da me poco conosciuta e di comprendere l’incredibile lavoro di consulenza che possa essere fatto anche nel settore dell’analisi dei Dati e dell’impatto che questi possano avere sulla strategia di un’impresa. Mentors4u mi ha sicuramente aiutato, in questa situazione e in molte altre, ad affacciarmi al mondo del lavoro da una nuova prospettiva e in modo più efficace e stimolante rispetto alle esperienze a cui è esposto solitamente uno studente universitario.
 
Per questi motivi invito quindi tutti i Mentee a sfruttare al massimo le innumerevoli possibilità offerte da Mentors4u. Per tanti di noi il percorso di Mentee è iniziato con il passaparola e qualche giorno dopo ho deciso di candidarmi seppur non fossi assolutamente consapevole di quanto profondamente avrebbe trasformato la mia vita accademica e professionale.