Logo

AFFACCIARSI AL MONDO DEL LAVORO _ Riflessioni e consigli su una scelta difficile

di Giulia Cammarata   |   Team Editoriale Mentors4u   |   04/02/2020
La reazione più frequente che ricevo quando parlo dell’azienda per cui lavoro è, senza dubbio alcuno, l’intramontabile “Sarai sempre ubriaca!”.
Accolgo la reazione con un sorriso, ma non rinuncio a spiegare che sono proprio le aziende che trattano alcolici quelle più sensibili al tema del bere responsabilmente. 
Spesso segue un’altra battuta, altre volte nasce una florida discussione sul tema.
Non ho scelto Campari Group come azienda dove svolgere il mio secondo tirocinio per eventi ad alto tasso alcolico o bottiglie omaggio. Non credo siano le ragioni corrette per una scelta così importante come il posto di lavoro.
Credo, al contrario, che questa decisione debba essere ponderata e dettata da motivi più complessi. Di fronte alla vastità di aziende presenti al mondo, ritengo sia necessario scegliere qualcosa di affine al nostro animo e alle nostre inclinazioni.
 
Ho scelto Campari Group per la ricca storia, artistica e culturale, che quest’azienda e i suoi marchi si portano dietro. 
Ho scelto Campari Group per i valori che promuove.
Ho scelto Campari Group perché, nonostante l’identità fortemente italiana, ha respiro internazionale.
 
I primi sei mesi da stagista, nel team Brand House, sono stati questo e molto altro. Lavorando a un progetto interessante e complesso come l’apertura del Camparino in Galleria, ho avuto modo di toccare con mano tutte le ragioni che avevano guidato la mia scelta.
Grazie alla ricca e interessante eredità di questo antico locale milanese, ho avuto modo di addentrarmi nella storia della mia città natale e del suo patrimonio artistico e culturale.
Sono venuta più volte a contatto con i valori portanti dell’azienda, tradotti in iniziative concrete per lo staff del locale e per i futuri visitatori.
Vivendo in prima linea la riapertura di un locale chiave non solo per i cittadini di Milano, ma anche per i numerosi turisti che affollano la Galleria Vittorio Emanuele II, ho sempre lavorato con un visione ampia e globale.
 
A valle di questa esperienza di stage, sento di potermi rivolgere a studenti in procinto di terminare il loro percorso di studi e affacciarsi al mondo del lavoro con il seguente consiglio: cercate di capire voi stessi prima di buttarvi nella difficile ricerca del primo lavoro.
Analizzate le vostre passioni e i vostri interessi, lasciando che guidino la vostra scelta e il vostro percorso.