Logo

Da un’e-mail al MIP Business Game

di Danijel Fabi Pahor   |   Mentee di Mentors4u   |   12/11/2020
La mia esperienza della seconda edizione del MIP Business Game è iniziata con un’e-mail ricevuta da Mentors4u, che segnalava l'evento. 
Sarà stato per il fatto che mi trovavo da solo a Milano ai primi di settembre con ancora poco da fare per l’università o perché si trattava di un martedì sera senza niente da fare, fatto sta che mi sono detto “perché no?” e mi sono iscritto al MIP Business Game 2020.
Il processo di selezione è stato molto divertente: oltre al curriculum bisognava scegliere una tra tre date messe a disposizione dal MIP BG Team (che ringrazierò nel corso dell’articolo per la fantastica esperienza vissuta) e partecipare ad un test logico-matematico online. Sapevo della forte concorrenza ed in effetti non ero molto fiducioso circa un esito positivo. Alla fine, però, in un mix tra forte sorpresa e fierezza, ho ricevuto l’e-mail di selezione al MIP Business Game 2020. 100 studenti selezionati per partecipare ad una fantastica avventura, tra 460 candidati da 92 università di tutto il mondo… ed io ero uno tra questi!
 
L’evento è iniziato il 14 ottobre, con un’avvincente cerimonia di benvenuto durante la quale il MIP BG Team ha presentato, insieme alle aziende partner, sé stesso e le le sfide. Si trattava infatti di 5 casi aziendali per noi elaborati da altrettante aziende: Sandoz, Oliver Wyman, Microsoft, BNP Paribas e Treedom. Le sfide riguardavano tematiche tra loro molto diverse: rivoluzionare il sistema farmaceutico con una nuova grande idea, Milano e le automobili senza conducente, sostenibilità e innovazione, implementazione della metodologia agile all’interno dell’organizzazione di BNP Paribas e la relazione tra i giovani e il settore non-profit. Ogni studente è stato assegnato a due gruppi, da 5 o 6 persone, con i quali ha cercato di risolvere nel migliore dei modi le sfide lanciate dalle aziende partner. Le sfide sono state affrontate e successivamente risolte in modo tra loro differente, ma tutte si sono caratterizzate per le lunghe e divertenti riunioni di brainstorming e di confronto tra i compagni di squadra. La scelta dei due gruppi da parte degli organizzatori è stata fantastica, infatti, in questo modo abbiamo avuto l’occasione di confrontarci con molte più persone e di conoscerci meglio tra i partecipanti, anche in una situazione nella quale, causa Covid-19, i rapporti sociali sono limitati.
 
Sebbene la parte principale dell’evento fossero i casi aziendali, ciò che ha reso veramente unico il MIP BG sono state le testimonianze, le sessioni di HR e le sessioni Q&A da parte dei rappresentanti di varie aziende coinvolte. Alcune testimonianze rimarranno ben impresse nei miei ricordi, specialmente per l’ammontare di energia positiva, di motivazione e di amore verso il proprio lavoro dimostrato dagli ospiti nei 30/40 minuti a loro disposizione. 
 
10 giorni di evento possono sembrare tanti, ma tra incontri di gruppo, lavoro individuale e presentazioni finali, sono passati molto velocemente. L’ultimo giorno, terminate le presentazioni dei lavori finali, c’è stata la cerimonia di premiazione, dove sono stati eletti i vincitori delle singole sfide e i campioni MIP Business Game 2020. È stato bello ed avvincente ascoltare le testimonianze di altri concorrenti e quasi toccante ascoltare le parole degli organizzatori. Un impegno immenso il loro, reso ancora più arduo dalla situazione odierna. 
Ci terrei a ringraziarli per l’organizzazione di questo fantastico evento e spero con tutto il cuore di poterli incontrare nuovamente durante il MIP Business Game 2021!!
 
Danijel Fabi Pahor